Accesso utente

PD nazionale

Ambiente, Gentili: bene documento Sindacati-Confindustria, apre a innovativa politica industriale

Notizie dal PD - Mer, 04/09/2013 - 19:44
Dichiarazione di Sergio Gentili, Coordinatore forum Ambiente del Pd
Il documento di Cgil, Cisl, Uil e Confindustria dedicato alla prossima legge di stabilità mirato a “l’occupazione e la crescita”, ha un grande significato politico. Ed è stato importante che sia stato presentato alla Festa nazionale di Genova.
Tra le proposte più di spessore per “riavviare” un ciclo positivo della nostra società, spiccano quelle che riguardano lo “sviluppo della green economy”.  Esse aprono ad una idea innovativa della politica industriale che comprende l’efficienza energetica, le fonti rinnovabili, la bonifica e il riciclaggio dei rifiuti. Sono politiche e proposte che da tempo anche il Pd ha avanzato.

Il governo è chiamato, quindi, ad accogliere e a tradurre queste proposte in provvedimenti precisi: un piano organico e decennale per l’efficienza energetica con baricentro nelle città, il varo del piano nazionale dell’energia per stare negli obiettivi europei con una nostra road map 2050, le priorità dei siti e degli strumenti finanziari e normativi per le bonifiche, i distretti industriali per il riciclo dei materiali (raccolta, trattamento, commercializzazione).
Sono queste alcune delle politiche dell’economia verde utili a contrastare la recessione e avviare nel nostro Paese una economia nel segno della qualità sociale ed ambientale.
Categorie: PD nazionale

Adesione alla campagna della LAV contro l'uccisione degli scoiattoli grigi

Notizie dal PD - Mer, 04/09/2013 - 18:37
Il 7 e l'8 settembre raccolta di firme in calce alla petizione rivolta ai Governatori di Lombardia, Piemonte, Liguria e Umbria

Aderisco alla campagna di raccolta delle firme lanciata dalla LAV su una petizione indirizzata ai Governatori di Lombardia, Piemonte, Liguria e Umbria, dove sono in corso progetti di uccisione degli scoiattoli grigi. 
In nome della difesa dello scoiattolo rosso, minacciato da ben altre attivita', sono infatti in corso azioni inutili, dannose, eticamente inaccettabili, ecologicamente criticate da tanti addetti ai lavori. 
Le regioni Liguria, Lombardia, Piemonte e Umbria stanno attuando il progetto chiamato "Ec-square" per l'eradicazione totale degli scoiattoli alloctoni. Se perlomeno in Liguria vengono solo sterilizzati, nelle restanti regioni gli scoiattoli grigi vengono uccisi tramite anidride carbonica.
Per fermare questo sterminio, a partire da sabato 7 e domenica 8 settembre sara' possibile firmare la petizione della LAV "Io sto con gli scoiattoli", per chiedere ai Governatori di queste regioni l'annullamento del progetto "Ec-square" . La raccolta di firme proseguira' per tutto il mese di settembre nelle piazze e tramite il sito della Lega Anti Vivisezione e la pagina Facebook Iostocongliscoiattoli.

Scopri la piazza più vicina per firmare

Silvana Amati

4 settembre 2013

Categorie: PD nazionale

Rai, Merlo: " Brunetta adesso divide tra buoni e cattivi"

Notizie dal PD - Mer, 04/09/2013 - 18:00

“Che l’on. Brunetta sia già in campagna elettorale lo sappiamo da tempo. Ma che adesso sostituisca anche l’osservatorio di Pavia ci inquieta perché, di questo passo, fornirà presto l’elenco delle trasmissioni sgradite e quelle di suo piacimento, dei Tg tollerati e di quelli che non rispondono ai suoi desiderata, dei talk show corretti e quelli che incorrono nelle sue ire. Insomma, per evitare che il pluralismo si riduca massicciamente sarebbe consigliabile continuare ad avere fiducia negli organismi di garanzia sul monitoraggio Rai. Brunetta stia tranquillo”. Lo ha dichiarato Giorgio Merlo, responsabile servizio pubblico Pd.
Categorie: PD nazionale

Imu, Fiano: "No tagli a sicurezza, emendamento Pd per evitarli"

Notizie dal PD - Mer, 04/09/2013 - 17:46

"Se dovesse essere confermata la notizia che il governo presenterà un emendamento al decreto sull’Imu per annullare il previsto taglio dei 55 milioni destinati alle assunzione nel comparto Sicurezza-Difesa-Soccorso pubblico, si tratterebbe di un ottimo risultato delle proteste avanzate dai rappresentati del comparto e dai partiti della maggioranza In caso contrario, il Pd presenterà un proprio emendamento per annullare il taglio di quei fondi, frutto di una difficilissima battaglia trasversale in Parlamento, condotta durante l’approvazione della legge Stabilità del governo Monti. Il comparto Sicurezza-Difesa-Soccorso pubblico non può sopportare più nessun tipo di taglio dopo gli oltre 4 miliardi di euro complessivamente decurtati nel corso dell’ultimo governo Berlusconi".Lo ha affermato Emanuele Fiano, presidente forum Sicurezza e Difesa del Partito Democratico.
Categorie: PD nazionale

Berlusconi è un problema del Pdl, la posizione del Pd è chiara

Notizie dal PD - Mer, 04/09/2013 - 17:28
"La posizione del Pd è chiara e non cambia"
"Evidentemente nel Pdl sono sordi e ciechi. Abbiamo illustrato chiaramente e più volte la nostra posizione, e non cambia. Silvio Berlusconi è stato condannato per l’evasione di oltre 200mln di euro. E’ dunque il Pdl che deve porsi il problema. A loro spetta la responsabilità di separare le sorti del Governo di servizio dalle vicende personali di Berlusconi". Lo ha affermato il responsabile Giustizia del Pd, Danilo Leva. "Noi siamo, e siamo sempre stati, responsabili, anche nel caso in cui i nostri esponenti siano stati sfiorati da inchieste giudiziarie". "Qui ci troviamo di fronte ad una condanna passata in giudicato dopo tre gradi di giudizio. Il Pdl decida e si assuma fino in fondo di fronte al Paese la responsabilità delle proprie scelte. Si tratta di una vicenda gravissima per la quale, in qualsiasi altro paese civile, tutti avrebbero già preteso un passo indietro di un leader di partito condannato per reati fiscali. Dal Pdl possono spandere miele o far sentire il tintinnare delle sciabole ma non facciano finta di non sapere che la nostra posizione è quella che abbiamo ribadito ogni giorno".
Categorie: PD nazionale

Kyenge, Chaouki: "Solidarietà, contro di lei atti osceni e gravissimi"

Notizie dal PD - Mer, 04/09/2013 - 17:23

"Esprimo la mia solidarietà al ministro Cécile Kyenge per i gravissimi e osceni gesti messi in atto dai militanti neofascisti di Forza Nuova in occasione della sua visita al Municipio di Ostia. Si tratta di forme di dissenso inaccettabili perché contrarie ai più elementari principi della democrazia e del rispetto delle persone". Lo dichiara il deputato Khalid Chaouki, responsabile Nuovi Italiani per il Partito Democratico.  "I gravi atti – spiega Chaouki - e i simboli esibiti oggi a Ostia sono parte di una cultura dell’odio che rigettiamo con forza. Essa deve essere combattuta in modo fermo. Auspichiamo per questo che le autorità competenti possano fare al più presto luce sull’identità degli autori. Siamo al contempo certi che la grande città di Roma, forte della sua lunga tradizione di dialogo e accoglienza, saprà isolare questi isolati ma pericolosi provocatori".
Categorie: PD nazionale

Minori, Dirindin: "Governo garantisca diritti a vittime di abusi"

Notizie dal PD - Mer, 04/09/2013 - 16:40

"Un Paese civile deve garantire ad una vittima di abusi, soprattutto quando minorenne, il diritto di svegliarsi alla mattina senza avere il terrore di incontrare sulle scale di casa il proprio violentatore, incontro potenzialmente devastante per l’equilibrio psicologico e la serenità del minore", Così la senatrice Nerina Dirindin, capogruppo Pd in commissione Sanità, in un'interrogazione urgente rivolta al Governo e sottoscritta tra gli altri dalle senatrici Emilia De Biasi, Donella Mattesini e Annalisa Silvestro, ritorna, alla riapertura dell'attività parlamentare, sulla grave decisione della Corte d'Appello di Roma che il 4 luglio ha revocato, nonostante il parere contrario del Procuratore Generale, la misura cautelare di divieto di dimora nell’abitazione abituale disposta il 3.6.2011 nei confronti di un uomo colpevole di abusi sessuali su una minorenne, condannato dal Tribunale di Roma alla pena di anni 3 di reclusione e “all’interdizione in perpetuo da qualsiasi ufficio attinente la curatela". La senatrice Dirindin chiede al Governo: "Se non ritiene che la revoca della misura coercitiva di divieto di dimora sia in evidente contrasto con l’esigenza di tutela della vittima minorenne e con le norme che espressamente la disciplinano" e quindi " come intende intervenire affinché sia tutelato l’interesse superiore del minore e sia garantito uno dei più elementari diritti umani e soprattutto quali interventi intende predisporre affinché possa essere ristabilita la fiducia nella Giustizia in un minore che ha saputo, non senza fatica e sofferenza, trasformare la sopraffazione e l’abuso in riscatto e liberazione". "Sarà inoltre necessario - conclude la senatrice Dirindin - valutare le modalità opportune perchè sia tassativamente vietato all’imputato di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla persona offesa o sia riconsiderato il divieto di dimora presso la stessa abitazione della minorenne. Sono garanzie previste dalla legge alle quali ci appelliamo perchè siano difese la liberta' e la sicurezza diritti insopprimibili di ogni cittadino".
Categorie: PD nazionale

Animali, Amati: "Adesione campagna Lav contro sterminio scoiattoli"

Notizie dal PD - Mer, 04/09/2013 - 16:28

La senatrice Silvana Amati, responsabile del Forum tutela animali del PD, aderisce alla campagna di raccolta delle firme lanciata dalla LAV su una petizione indirizzata ai Governatori di Lombardia, Piemonte, Liguria e Umbria, dove sono in corso progetti di uccisione degli scoiattoli grigi. In nome della difesa dello scoiattolo rosso, minacciato da ben altre attività, sono infatti in corso azioni inutili, dannose, eticamente inaccettabili, ecologicamente criticate da tanti addetti ai lavori. Le regioni Liguria, Lombardia, Piemonte e Umbria stanno attuando il progetto "Ec-square" per l’eradicazione totale degli scoiattoli alloctoni. Se perlomeno in Liguria vengono solo sterilizzati, nelle restanti regioni gli scoiattoli grigi vengono uccisi tramite anidride carbonica. Per fermare questo sterminio, a partire da sabato 7 e domenica 8 settembre sarà possibile firmare la petizione della LAV "Io sto con gli scoiattoli", per chiedere ai Governatori di queste regioni l'annullamento del progetto "Ec-square" . La raccolta di firme proseguirà per tutto il mese di settembre nelle piazze e tramite il sito www.lav.it e www.facebook.com/IoStoConGliScoiattoli.
Categorie: PD nazionale

Kyenge, Turco: "Da FN aggressione razzista, reagire a barbarie"

Notizie dal PD - Mer, 04/09/2013 - 15:49

“Oramai si è perso il conto degli atti di presunta protesta politica con cui Forza Nuova cerca contrabbandare quelle che in realtà sono truculente celebrazioni xenofobe e razziste. Questa volta, in compagnia di Casa Pound, gli attivisti di FN si sono distinti per un’iniziativa violenta, l’ennesima, nei confronti del ministro Kyenge alla quale va la nostra solidarietà". 
Lo ha affermato la responsabile del form immigrazione Livia Turco commentando l'episodio di questa mattina ad Ostia, dove davanti al Municipio sono stati trovati dei manichini insanguinati insieme ad un volantino di Forza Nuova con la scritta "l'immigrazione è il genocidio dei popoli".

"Il ministro sta portando avanti, con grande equilibrio e competenza, un importantissimo lavoro per favorire l’integrazione nel nostro paese, e ciò provoca le reazioni scomposte di FN che fa dell’intolleranza una bandiera. Il dissenso è legittimo, l’aggressione no. Tutte le forze politiche e sociali devono reagire per fermare questa barbarie".
L'organizzazione di estrema destra ha rivendicato il gesto anche con un post di Facebook.


Categorie: PD nazionale

Se Berlusconi apre la crisi fa un danno enorme al Paese

Notizie dal PD - Mer, 04/09/2013 - 15:15
Franceschini: "Basta minacce, sono un danno per l'Italia"
"Una crisi di governo ora, come minaccia il partito di Berlusconi, sarebbe assurda, insensata e pericolosa: essa produrrebbe danni enormi e incalcolabili che verrebbero pagati a caro prezzo dagli italiani e dalle imprese". Lo ha affermato il responsabile economico del Pd, Matteo Colaninno, commentando le dichiarazioni degli esponenti del Pdl a proposito dell’imminente voto della Giunta delle autorizzazioni al Senato sulla decadenza di Silvio Berlusconi. L’ultimo in ordine di tempo ad esprimersi era stato Altero Matteoli, che aveva fatto sapere che “se decade Berlusconi cade anche il governo”. Inoltre, indiscrezioni di stampa hanno fatto trapelare che il Pdl starebbe valutando di togliere la fiducia al governo prima del 9 settembre, giorno in cui la Giunta sarà chiamata ad esprimersi. "L'Italia - ha aggiunto Colaninno - ha invece bisogno di un governo stabile poiché la difficile situazione economica e politica internazionale non consente alcuna forma di incertezza. Anche oggi non a caso, l'Italia fa registrare la peggiore performance borsistica in Europa e nuove tensioni dello spread. Esse sono riconducibili esplicitamente ai rischi di una possibile crisi politica disordinata, ingiustificata e con scontati esiti di ingovernabilità e caos". "Il governo Letta deve poter dare certezza alla propria agenda sulle priorità economiche e sulle riforme per la governance del Paese. Servono coesione e determinazione: sbandare ora è un azzardo morale contro l'Italia". Anche il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Dario Franceschini, ha criticato l'atteggiamento del partito di Berlusconi. "Il presidente del Consiglio sta partendo per il G20, un appuntamento con un'agenda importantissima - ha detto Franceschini -. E' possibile interrompere questa serie continua di minacce quotidiane di crisi che riempiono i giornali, preoccupano i mercati e danneggiano il peso e l'immagine dell'Italia sui tavoli internazionali?".
Categorie: PD nazionale

Pd Bruxelles, Gozi presenta il libro “Playlist Italia”

Notizie dal PD - Mer, 04/09/2013 - 15:01

Bruxelles, 4 set - “Da oggi è attivo il nuovo sito Internet del circolo PDd Bruxelles, www.pdbruxelles.eu, che vuole essere uno strumento rinnovato per rafforzare la partecipazione e la relazione diretta con i nostri iscritti e simpatizzanti”. A farlo sapere sono Francesco Cerasani e Barbara Roffi, rispettivamente segretario e presidente dell’Assemblea Pd Bruxelles. Cerasani e Roffi fanno inoltre sapere che sono riprese le attività del Partito Democratico Bruxelles e dell'associazione Punto Democratico: “La prima iniziativa dopo la pausa estiva si terrà venerdì 6 settembre alle 19 in sede (rue Dubreucq, 40) e vedrà la presenza di Sandro Gozi, che presenterà il proprio libro ‘Playlist Italia. La sinistra e il coraggio di cambiare musica’. Parteciperà anche il cantautore Giacomo Lariccia”. “La settimana seguente - si legge ancora in una nota - nella giornata di domenica 15 settembre, a Place de Londres, avrà luogo la prima ‘Festa Democratica’ a Bruxelles”.
Categorie: PD nazionale

Riprendono le attività del Partito Democratico Bruxelles

Notizie dal PD - Mer, 04/09/2013 - 14:58

Bruxelles, 4 set - Riprendono le attività del Partito Democratico Bruxelles e dell'associazione Punto Democratico. “Al rientro dopo la pausa estiva il contesto politico nazionale resta difficile e instabile e il Partito Democratico, ad ogni livello, deve affrontare senza indugi e con decisione i nodi essenziali della propria identità programmatica, della coesione interna e dell'apertura nei confronti dell'elettorato. Anche a Bruxelles, nelle prossime settimane, ci aspetta un'importante stagione di partecipazione, in nome dell'Europa, della buona politica, dell'impegno al servizio della comunità italiana”. Così si legge in una nota di Francesco Cerasani - segretario Pd Bruxelles - e Barbara Roffi - presidente Assemblea Pd Bruxelles. “In primo luogo, - aggiungono - il percorso che porterà al congresso nazionale del Partito Democratico, che sarà definito nella prossima riunione dell'Assemblea Nazionale del 21 settembre. Come gia' discusso piu' volte in occasione dei nostri ultimi incontri pubblici, riteniamo cruciale che il congresso si celebri entro i tempi e le regole previste dallo Statuto nazionale - e quindi entro il 2013, con primarie aperte a tutti gli elettori del PD - e che in tale percorso, fin da subito, i circoli possano avere un ruolo attivo e significativo”. “Sarà un percorso decisivo anche verso le elezioni europee del maggio 2014, in vista delle quali il nostro circolo proseguirà il lavoro di discussione ed elaborazione sui contenuti europei. Nel corso dell'estate, il nostro documento sulla europeizzazione del Pd è stato promosso in numerose iniziative politiche in Italia e sarà poi rielaborato nelle prossime settimane in vista di un ordine del giorno comune per il congresso nazionale” continuano Cerasani e Roffi. “Fin da questa settimana la sede del PD Bruxelles e dell'Associazione Punto Democratico sarà aperta, ogni sera dal lunedì al venerdì a partire dalle 18.30. Saranno avviate numerose nuove attività sociali e culturali, rivolte in particolare al mondo associativo e giovanile”.
Categorie: PD nazionale

Cinema, Garavini (Pd): “Sostenere il mercato italiano all’estero”

Notizie dal PD - Mer, 04/09/2013 - 14:56

Berlino - “Negli ultimi due anni i film italiani transitati nel circuito cinematografico tedesco si possono contare sulle dita di una mano, a fronte delle numerose pellicole di altre produzioni europee. Questo bilancio è sconsolante, soprattutto se pensiamo che il cinema italiano continua a produrre opere di grande qualità. La scarsa circolazione dei film italiani all’estero non dipende dal fatto che non vengano apprezzati dal pubblico, quanto piuttosto dallo scarso supporto dato alla loro distribuzione. Ne è un esempio il film ‘Viva la libertà’, presentato qui in Germania in prima assoluta grazie al Circolo Pd di Berlino, che ha riscontrato uno straordinario successo di pubblico, italiano e straniero”. Lo ha affermato la deputata del Pd Laura Garavini, assistendo alla prima tedesca della pellicola insieme a uno degli autori del film, Angelo Pasquini, premiato con il David di Donatello e il Nastro d’argento per la migliore sceneggiatura. “Il problema principale - ha continuato la deputata Pd - è che da noi l’industria del cinema viene troppo spesso lasciata sola dalle istituzioni. Si fa ancora fatica a considerare la cultura uno strumento strategico per il rilancio dell’economia. In questo senso è fondamentale che il Governo Letta abbia da poco stabilito il rifinanziamento del tax credit, uno strumento prezioso per l’industria cinematografica. I tagli, decisi in particolare sotto il precedente governo Berlusconi, stavano condannando il cinema italiano a una drammatica agonia. Serve però una maggiore sinergia fra le associazioni dei produttori e degli autori da una parte e il Ministero dello sviluppo economico, il Ministero degli Esteri e il Ministero della cultura dall’altra, in modo che si possa studiare e realizzare insieme un piano serio e articolato per promuovere ed esportare di più il nostro cinema all’estero. Bisogna superare la logica secondo la quale per sostenere il nostro cinema basti stanziare qualche fondo per le rassegne e i festival. I nostri film devono entrare anche e soprattutto nel circuito ‘normale’ dei cinema stranieri”. “Inoltre - ha concluso la Garavini - nel lungo periodo, occorre far sì che si superi il duopolio Rai-Mediaset anche nel settore cinematografico. Le influenze della politica sulla produzione e distribuzione dei film vanno arginate perché minano l’indipendenza creativa degli autori”.
Categorie: PD nazionale

Ambiente, Gentili: "Bene documento sindacati-Confindustria, apre a innovativa politica industriale"

Notizie dal PD - Mer, 04/09/2013 - 14:49

Il documento di Cgil, Cisl, Uil e Confindustria dedicato alla prossima legge di stabilità mirato a “l’occupazione e la crescita”, ha un grande significato politico. Ed è stato importante che sia stato presentato alla Festa nazionale di Genova. Tra le proposte più di spessore per “riavviare” un ciclo positivo della nostra società, spiccano quelle che riguardano lo “sviluppo della green economy”. Esse aprono ad una idea innovativa della politica industriale che comprende l’efficienza energetica, le fonti rinnovabili, la bonifica e il riciclaggio dei rifiuti. Sono politiche e proposte che da tempo anche il Pd ha avanzato. Il governo è chiamato, quindi, ad accogliere e a tradurre queste proposte in provvedimenti precisi: un piano organico e decennale per l’efficienza energetica con baricentro nelle città, il varo del piano nazionale dell’energia per stare negli obiettivi europei con una nostra road map 2050, le priorità dei siti e degli strumenti finanziari e normativi per le bonifiche, i distretti industriali per il riciclo dei materiali (raccolta, trattamento, commercializzazione). Sono queste alcune delle politiche dell’economia verde utili a contrastare la recessione e avviare nel nostro Paese una economia nel segno della qualità sociale ed ambientale.
Categorie: PD nazionale

A tre anni dalla morte di Angelo Vassallo ancora nessun colpevole

Notizie dal PD - Mer, 04/09/2013 - 14:38
Realacci: "La caserma dei Carabinieri di Pollica a rischio chiusura"
“A tre anni dall’assassinio di Angelo Vassallo, di cui tutti ricordano lo straordinario impegno per la legalità, l'ambiente e lo sviluppo del territorio, nulla di fatto, nessun criminale assicurato alla giustizia”. Così Ermete Realacci, presidente della commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, ha ricordato Angelo Vassallo, il ‘sindaco pescatore’ di Pollica, alla vigilia del terzo anniversario della morte, avvenuta il 5 settembre in un agguato camorristico. “E’ ora rischia di chiudere anche la locale caserma dei Carabinieri – ha aggiunto Realacci -. Un fatto grave, che manderebbe un segnale di lontananza delle istituzioni proprio in una comunità alla quale servirebbero invece dimostrazioni forti della presenza dello Stato”. Il deputato democratico ha fatto sapere che “nel terzo anniversario dell'assassinio di Vassallo ho presentato un'interrogazione ai ministri degli Interni e della Giustizia, come già fatto nella passata Legislatura senza avere risposte, per sapere quali misure, per quanto di loro competenza e nel rispetto della funzione e dell'autonomia delle Autorità inquirenti, hanno intrapreso o intendano intraprendere per permettere alle indagini sull'assassinio di Angelo Vassallo di proseguire più rapidamente e per evitare la chiusura della caserma dei Carabinieri”. "Sono passati tre anni dall'assassinio di Angelo Vassallo - ha affermato Pina Picierno, responsabile Legalità del Pd - e ancora oggi aspettiamo che vengano assicurati alla giustizia i suoi assassini. Il sindaco di Pollica ha pagato con la vita il suo impegno in difesa della legalità e dell'ambiente". "E’ necessario che si compia ogni sforzo non solo per arrivare all’accertamento pieno ed esaustivo dei fatti ma anche per fare sì che il suo esempio, il suo ricordo, rimangano vivi nella memoria di tutti noi e delle generazioni che verranno", ha concluso.
Categorie: PD nazionale

La televisione, regina dei mass media

Notizie dal PD - Mer, 04/09/2013 - 14:04

La televisione non perde il suo appeal. Nonostante il boom dei social network, è il piccolo schermo a confermarsi re dei mass media, almeno per quanto riguarda il consumo che ne fanno gli abitanti del Bel Paese. Stando infatti ai dati più recenti, gli italiani spendono mediamente 5 ore della propria giornata davanti alla televisione, mentre l’utilizzo quotidiano di internet è di solo un’ora e 28 minuti. Praticamente un terzo di quello televisivo. Questo rende il piccolo schermo ancora il principale strumento di comunicazione e informazione pubblica. Un mezzo che gioca un ruolo fondamentale nel raccontare la realtà. A Festa Pesaro se ne è parlato con il responsabile nazionale Cultura e Comunicazione del Partito Democratico Antonio Funiciello, l’ex segretario nazionale del Pd Walter Veltroni, la regista e autrice televisiva Simona Ercolani e il direttore del tg di La7 Enrico Mentana, che ha subito offerto il suo punto di vista alle tantissime persone che ieri affollavano piazzale Collenuccio.
“La centralità della televisione – racconta Mentana – non è mai stata messa in discussione. Chi ritiene che i social network possano decretare la fine del piccolo schermo fa una fuga in avanti. La tv è ancora il principale mezzo di comunicazione di massa, ma non credo che possa influenzare i gusti politici degli italiani. Berlusconi, ad esempio, non è solo un fenomeno televisivo. Piuttosto abbiamo a che fare con una questione più rilevante: la fame dei politici di apparire in tv, di vedere appagata la propria vanità”. Tante, troppe, inoltre, sono le informazioni a cui gli italiani hanno quotidianamente accesso.
“Tutti parliamo di tutto, non importa con che competenza o accuratezza. Sappiamo tante cose – commenta Veltroni – ma in maniera superficiale. Abbiamo accesso ad una miriade di notizie, ma spesso veicolate in modo poco approfondito. E la velocità con cui girano le informazioni produce una conseguenza: ci si dimentica in fretta di quello che accade. Le notizie sono spesso strillate o guidate dall’emotività. Il terrorismo, il millenium bug, le malattie: c’è la paura dietro tutto questo. E la paura stimola l’istinto all’autoconservazione, l’egoismo, la chiusura in se stessi. Internet? Non credo ucciderà la tv, probabilmente si verrà a creare un equilibrio fra vecchi e nuovi media. Ma bisogna stare attenti: mentre sul piccolo schermo i contenuti sono in buona parte mediati e veicolati da professionisti dell’informazione, in Rete circola una quantità mostruosa di balle. Alcune messe lì solo per dare fastidio o creare confusione. Ed è alla profondità e alla verità delle cose che si deve tendere”.

Redazione web Festa Pesaro© ph. Luca Toni
Categorie: PD nazionale

Dati Eurostat, Tomaselli: "Crisi ancora forte, autunno decisivo"

Notizie dal PD - Mer, 04/09/2013 - 12:49

"I dati Eurostat sul Pil italiano confermano che il nostro Paese ha rallentato la caduta, ma che la strada per la ripresa è ancora lunga, soprattutto in rapporto a quanto avviene nel resto d’Europa". Lo dichiara il senatore Salvatore Tomaselli, capogruppo Pd in Commissione Industria commentando i dati Ue che registrano per l’Italia un ulteriore dato negativo che arriva nello stesso giorno in cui il World Economic Forum fotografa un pesante scivolamento del nostro paese sul piano della competitività. "Intercettare la ripresa - prosegue Tomaselli - deve essere l’obiettivo principale su cui devono concentrarsi governo e Parlamento. Nelle prossime settimane devono essere messi in campo e rafforzati i provvedimenti strutturali, gli unici capaci di farci ripartire. Un contributo importante in tale direzione, saggiamente ripreso dal Presidente Letta, è venuto in questi giorni dal documento comune di sindacati e Confindustria.Per trasformare l’autunno in primavera - conclude il parlamentare democratico - occorre stabilità, coraggio e buonsenso".
Categorie: PD nazionale

Kyenge, Pacciotti: "Da FN atto pericoloso da condannare"

Notizie dal PD - Mer, 04/09/2013 - 12:40

“Vicinanza e solidarietà alla Kyenge e pieno sostegno alle battaglia di civiltà che sta portando avanti con mitezza e intelligenza. Considero invece un atto violento e pericoloso quello messo in atto contro la visita del Ministro Kyenge.  La scelta di Forza Nuova di fare un “trash - mob” tanto volgare per simbologia scelta quanto pericoloso nei contenuti espressi travalica a mio avviso il limite della libertà di espressione, valore sacro da custodire e difendere, che ha come presupposto però il rispetto per gli altri e le altrui idee. L’associazione vergognosa della Kyenge e delle idee che essa rappresenta a simboli di morte, rimanda ad una idea di separatezza e purezza della razza che la storia ha già sconfitto e che ha seminato, quella si, odio e distruzione in Italia e nel mondo. Voglio sperare che ci sia una presa di posizione netta da parte di tutte le forze politiche per stigmatizzare e isolare quanti cercano visibilità riflessa attaccando il Ministro Kyenge, creando intorno ad essa e alle Istituzioni che rappresenta un clima di odio che con assoluta fermezza va contrastato politicamente e culturalmente in primis”.
Categorie: PD nazionale

Fassina sceglie Cuperlo: «Insieme controcorrente»

Notizie dal PD - Mer, 04/09/2013 - 10:37
V. Frulletti - L'Unità

• Il fronte anti-sindaco si compatta • Speranza: «Non voterò il candidato scelto da Franceschini»

«Controcorrente» così Stefano Fassina sigla il twitter con cui ieri pomeriggio ha deciso di scendere in campo a fianco di Cuperlo. Una scelta che l`attuale vice-ministro all`economia del governo Letta, già uomo di punta dei bersaniani, definisce con quel «controcorrente», appunto, fuori dalla scia che sembra destinata a portare Renzi alla guida del Pd. E che sta diventando, di giorno in giorno, sempre più larga e forte, dopo l`esplicito appoggio di Franceschini e della sua Areadem (ieri anche Marina Sereni ha deciso ufficialmente di sostenere il sindaco di Firenze) e quello meno diretto («con 1`80% dei sostegni c`è solo un candidato») di Beppe Fioroni.

«Congresso Pd con Gianni Cuperlo» twitta Fassina alle quattro del pomeriggio dopo aver avuto, in mattinata, un faccia a faccia con l`ex segretario della Fgci. E già lì, prima del caffè, a RepubblicaTv Fassina assicurava che assieme a Cuperlo «faremo» un bel congresso e che le loro proposte «incontreranno le domande di chi vuole un cambiamento vero al di là della retorica». Per cui sarebbe azzardato scommettere su una vittoria di Renzi. «Non sempre quello che è alla moda - il ragionamento di Fassina - riesce poi a rispondere alle esigenze del Paese».

Quello di Fassina è il segnale ufficiale che attorno a Cuperlo (come anticipato da l`Unità ieri) si sta formando il fronte dell`anti-renzismo. Di quelli, per usare le stesse parole del deputato triestino, sono convinti che senza sinistra non possa esserci futuro per il Pd. Il che, forse, potrebbe anche rafforzare la paura, esposta da Davide Zoggia, di un congresso tutto giocato sulla sfida fra ex (ex Dc contro ex Pci). Non a caso adesso il lavoro dei sostenitori di Cuperlo è cercare sostegni nell`area ex Margherita. Ma già ora per Cuperlo si tratta di un oggettivo passo in avanti nel rafforzamento nella candidatura. La scelta di Fassina può essere anche letta come una risposta al sostegno di Franceschini a Renzi e quindi alla rottura del patto fra il ministro ai rapporti col Parlamento e Bersani. Scelta che a molti non è piaciuta. Silvia Velo, vicepresidente del gruppo Pd alla Camera, non è tenera con Franceschini e parla di «una svolta degna dei migliori talenti acrobatici senza nessun imbarazzo: si gira la ruota e si cambia cavallo e carrozza».

Ma c`è anche da ricordare che proprio Fassina era stato individuato dai bersaniani come la figura su cui far convergere tutti quelli indisponibili a una segreteria Renzi. Non a caso a Cuperlo era arrivato più di un suggerimento a fare un passo di lato (se non proprio indietro) per verificare questa ipotesi. Ma Cuperlo e i suoi sostenitori (da D`Alema ai Giovani Turchi di Orfini) hanno tenuto duro. È vero che in corsa per la segreteria rimangono anche Pippo Civati e Gianni Pittella, che al momento non hanno intenzione di fare marcia indietro. Pittella da una parte invita Renzi a guardarsi dai «nuovi amici», ma dall`altra ribadisce che la sua candidatura resta in pista. Mentre Civati sul suo blog lanciando frecciate conferma di restare in campo: «Con me - scrive - non ci sarà nessun ministro dell`attuale governo, né alcun rappresentante della numerosa falange dei killer di Prodi».

Ma Cuperlo adesso può oggettivamente puntare a raggruppare tutti quelli che non si sentono rappresentati da Renzi. Il capogruppo alla Camera, Roberto Speranza, ad esempio alla festa Pd di Modena in un confronto con Franceschini spiega che lui non voterà «il candidato scelto da Dario» auspicando al contempo che il congresso non si traduca in una sfida fra nomi, ma in un confronto su come fare un Pd «utile al Pese».

A Genova, alla Festa nazionale, Anna Finocchiaro ricorda come sarebbe a rischio lo stesso Pd se «un`area culturale importante come quella degli ex Ds non fosse rappresentata». E lo stesso Sergio Gentili, coordinatore del forum nazionale ambiente del Pd, è convinto che Cuperlo e Fassina, saranno «in grado di unire i democratici, laici e cattolici, su una cultura non subalterna al liberismo e alla politica plebiscitaria e personalistica». E Bersani? La scelta formale su Cuperlo non l`ha fatta ancora. Del resto il suo obiettivo era trovare un altro nome che potesse unire se non tutta almeno gran parte della maggioranza che l`aveva visto vincere alle primarie dello scorso anno. La scelta di Franceschini però l`ha spiazzato. E adesso quindi non rimane che puntare su chi, come Cuperlo, ha le carte per giocarsi la partita con Renzi.

Civati: «Io resto Con me nessun ministro né i 101 anti Prodi»

Pittella: «Non mi ritiro» Il viceministro: «Le nostre proposte per chi vuole un rinnovamento vero al di là della retorica»

Categorie: PD nazionale


 L'Italia di domani 

 le proposte del partito democratico 

L'indice delle pagine sul sito PD  -  Visualizza online la brochure

"L'Italia di domani" era anche il tema della Festa Democratica nazionale tenuta a Pesaro. Puoi rivedere l'intervento conclusivo di Bersani su Youdem.tv o leggere il testo integrale sul sito nazionale.

Condividi contenuti