Accesso utente

PD gruppi

UE: TOIA (PD), "UNA VOLTA TANTO I SACRIFICI PREMIANO"

PD eu - Mer, 03/07/2013 - 01:00

 

"La golden rule comincia a farsi strada. Finalmente! L'annuncio di Barroso su una maggiore flessibilità di bilancio nel 2014 per i Paesi fuori dalla procedura di deficit eccessivo, significa che avendo rispettato il limite del 3 per cento per il 2013, ora ne possiamo godere i frutti, utilizzando le risorse per gli investimenti e per il cofinanziamento dei progetti europei, senza conteggiarli in questo limite". Lo afferma Patrizia Toia, eurodeputato Pd e vicepresidente del gruppo S&D, commentando l'annuncio fatto in Aula a Strasburgo questa mattina dal presidente della Commissione europea Barroso. "Voglio sottolineare - aggiunge Toia - che non si tratta di sforare il 3 per cento come una provocazione (infausta tesi berlusconiana), ma di godere di flessibilità e libertà di azione per investimenti produttivi grazie al nostro merito e ai nostri risultati, a dimostrazione che i sacrifici questa volta hanno premiato".
Categorie: PD gruppi

UE: COZZOLINO (PD), "FLESSIBILITA' BILANCIO E' STRAORDINARIA OPPORTUNITA' PER IL SUD"

PD eu - Mer, 03/07/2013 - 01:00

 

"L'annuncio del presidente Barroso di introdurre, a partire dal 2014, criteri di flessibilità nel calcolo del deficit per investimenti pubblici realizzati in cofinanziamento con i fondi europei, è un ottimo risultato per il governo Letta ed è una straordinaria opportunità per il Mezzogiorno". Lo dichiara il vice capodelegazione del Pd al Parlamento europeo, Andrea Cozzolino. "Grazie a questo nuovo approccio alla politica di bilancio, frutto in primo luogo di una battaglia dei progressisti in Europa e in Italia - aggiunge Cozzolino -, abbiamo uno strumento in più per recuperare il grandissimo ritardo che abbiamo accumulato nell'utilizzo dei fondi strutturali, in particolare nelle Regioni del Mezzogiorno, dove rischiamo di perdere oltre 20 miliardi di investimenti". "Non c'è un attimo da perdere, dobbiamo saper cogliere questa opportunità predisponendo tutte le misure che servono per l'accelerazione della spesa, traducendo tutto questo in investimenti per lo sviluppo, e dunque per l'occupazione, soprattutto per i giovani del Sud".    
Categorie: PD gruppi

TOBIN TAX: DOMENICI (PD), "PE HA FATTO SUA PARTE; ORA I GOVERNI NAZIONALI NON LA STRAVOLGANO"

PD eu - Mer, 03/07/2013 - 01:00

"Il voto di oggi sulla cooperazione rafforzata è un importante traguardo, la tassa sulle transazioni finanziarie è sulla buona strada. Il lavoro della relatrice, Anni Podimata, ha portato a buoni risultati", ha dichiarato Leonardo Domenici, deputato al Parlamento Europeo per il Partito Democratico e membro della Commissione affari economici e finanziari.
"E' necessario – ha aggiunto - che il Consiglio europeo e in particolare gli undici paesi che hanno aderito alla cooperazione rafforzata sulla FTT decidano il prima possibile cosa fare tenendo conto della posizione dell'Europarlamento. In particolare, deve essere ben demarcata la linea tra compromesso ragionevole e cedimento alle pressioni delle lobby. La campagna delle lobby contro la tassa è stata sproporzionata ed eccessiva, anche se nessuno di noi vuole sottovalutare l'analisi dell'impatto e dei possibili effetti indesiderati. Non c'è nessuna relazione tra la quantità di transazioni e l’andamento positivo dei mercati. Per questo motivo non dovremmo escludere completamente i bond sovrani e i derivati dalla tassazione. E’ giusto prevedere flessibilità, ma non possiamo e non dobbiamo esentare pressoché tutto”.

“Spero – ha proseguito Domenici - che se ne ricordino soprattutto i paesi che hanno adottato la cooperazione rafforzata: non possiamo e non dobbiamo annacquare un provvedimento che ha raggiunto un positivo punto di sintesi. In questo senso non è una buona notizia un’ipotesi di slittamento a luglio 2014 dell'avvio della cooperazione rafforzata. La FTT è un'occasione per allentare il legame perverso tra debiti e crisi finanziaria – ha concluso - nonché per dimostrare la capacità decisionale autonoma della politica europea."
 
Categorie: PD gruppi

CRISI: TOIA (PD), “UE SOSTENGA COOPERATIVE PER SALVARE AZIENDE”

PD eu - Mar, 02/07/2013 - 01:00

"La realtà è più avanti delle nostre leggi: in vari Stati membri  nella crisi molte aziende sull'orlo del fallimento sono state salvate dai lavoratori che si sono costituiti in cooperativa e hanno continuato l'attività, oppure si sono salvate grazie al subentro di cooperative già esistenti. Per questo abbiamo chiesto che l'Europa sostenga questo ruolo positivo delle cooperative nelle ristrutturazioni aziendali e preveda anche, in futuro, un'apposita linea di bilancio". È questo il messaggio che arriva oggi da Strasburgo, dove l’Europarlamento ha approvato a larga maggioranza una risoluzione, sulla base del rapporto di iniziativa redatto da Patrizia Toia, eurodeputata Pd e vicepresidente dei Socialisti e Democratici (S&D).

Durante la crisi le imprese cooperative hanno dimostrato di essere più resistenti e di riuscire a salvaguardare meglio di altre l’occupazione: l’Unione europea deve sostenere con adeguati fondi questo settore, che rappresenta una potente leva di sviluppo economico.

“L’Europa deve avere più coraggio nell’indicare nuovi modi di fare economia e impresa, al fine di valorizzare pienamente il suo capitale civile: le cooperative, con la loro dinamicità e la loro flessibilità, costituiscono un esempio da seguire per la nostra economia. Ciò rientra nel quadro dell’economia sociale di mercato, che l’Ue rivendica come suo modello”, ha affermato Toia nel corso di un dibattito in plenaria.

Oggi nell’Ue si contano 160 mila imprese cooperative in cui lavorano 5,4 milioni di persone, contribuendo in media al 5% del Pil degli Stati membri. La risoluzione approvata dall’Europarlamento chiede alla Commissione europea e ai Paesi membri di sostenere con norme specifiche il modello imprenditoriale cooperativo in tutti i settori, anche attraverso la concessione di fondi della Banca europea degli investimenti (Bei).

“Una maggiore presenza della struttura cooperativa nel tessuto economico permetterà di resisterà meglio a future crisi”, ha concluso Toia.

Categorie: PD gruppi

UE: SASSOLI (PD), “GOVERNO LETTA PORTA A CASA RISULTATO DI IMPORTANZA STRATEGICA”

PD eu - Ven, 28/06/2013 - 01:00

 

“Al termine di un decisivo vertice Ue, il governo italiano porta a casa un risultato di importanza strategica. A livello Ue si è riusciti a potenziare da 6 a 9 miliardi il fondo per il lavoro ai giovani, una vittoria anche per il Gruppo S&D che ha sempre sostenuto la necessità di un maggiore investimento su quel fronte. E con le risorse destinate al nostro Paese quasi triplicate rispetto alle previsioni, abbiamo ottenuto un grande risultato anche a livello nazionale”. Lo afferma il capogruppo del Pd al Parlamento europeo, David Sassoli. “In Europa – aggiunge Sassoli - comincia lentamente ma inesorabilmente a sgretolarsi il fronte dell’austerità ad ogni costo, con le prime importanti risorse messe sul tavolo della crescita e dell’occupazione. Adesso bisogna andare avanti in questa direzione, rafforzando la dimensione sociale delle scelte compiute a livello comunitario”. “Il governo italiano, in questo quadro, ha agito con credibilità e fermezza contribuendo a un importante passo nella direzione giusta”, conclude.  
Categorie: PD gruppi

PD: SASSOLI, AUGURI A COFFERATI ELETTO VICEPRESIDENTE COMMISSIONE MERCATO INTERNO PE

PD eu - Gio, 27/06/2013 - 01:00

 

“Sergio Cofferati è stato oggi eletto vicepresidente della commissione per il Mercato interno e la protezione dei consumatori del Parlamento europeo”.   Lo comunica David Sassoli, presidente della delegazione italiana nel Gruppo S&D al Parlamento europeo.  “Questa elezione - prosegue Sassoli –rappresenta un riconoscimento del suo prezioso lavoro e dell'impegno della delegazione italiana in una commissione parlamentare delicata e importante come quella del Mercato interno”. “A Cofferati - conclude - vanno gli auguri di buon lavoro miei e di tutta la delegazione, che vede accrescere il proprio peso politico all'interno del Parlamento europeo”.  
Categorie: PD gruppi

UE/LAVORO: COFFERATI (PD), “IL GOVERNO ITALIANO NON BLOCCHI LA DIRETTIVA STAGIONALI”

PD eu - Sab, 22/06/2013 - 01:00

“La prossima settimana sarà decisiva per l'approvazione o meno della Direttiva che dovrebbe regolare le condizioni di residenza e di lavoro per i lavoratori stagionali provenienti da paesi terzi. Una misura che garantirebbe importanti strumenti di difesa, per i lavoratori stagionali immigrati, dalle situazioni di sfruttamento e di violazione dei diritti umani che si trovano spesso a soffrire in Italia e in Europa”.

Lo dichiara l’europarlamentare del Pd, Sergio Cofferati.

“Spetterà ai governi decidere la loro posizione e approvare o meno le proposte di compromesso del Parlamento europeo – spiega Cofferati -. E' importante che si trovi un accordo che garantisca la difesa dei diritti dei lavoratori stagionali”.

“Il governo italiano è stato finora tra quelli che hanno bloccato l'approvazione della Direttiva, non volendo concedere ai lavoratori stagionali immigrati l'uguaglianza di trattamento con gli stagionali italiani per quanto riguarda le indennità di disoccupazione”.

“E' inaccettabile, alcuni anni dopo i tragici fatti di Rosarno, che il governo blocchi l'approvazione di questa importantissima Direttiva perché vuole continuare a discriminare gli immigrati e non concedere loro, nonostante paghino tasse e contributi esattamente come i lavoratori italiani, le indennità di disoccupazione”.

“Sta scadendo il tempo. Il governo cambi al più presto la sua posizione e non si prenda la responsabilità di bloccare la Direttiva stagionali e di abbandonare quindi questi lavoratori a inaccettabili condizioni di sfruttamento”, conclude.



Categorie: PD gruppi

RIFIUTI: FRIGO (PD), INTERROGAZIONE A COMMISSIONE UE SU DISCARICA A CA’ BALDASSARRE

PD eu - Ven, 21/06/2013 - 01:00

 

  “La Commissione ritiene che siano state rispettate tutte le disposizioni della normativa Ue sulla valutazione dell'impatto ambientale e sui rifiuti?” E’ quanto chiede in una interrogazione all’esecutivo Ue l’europarlamentare del Pd Franco Frigo, a proposito dell’annunciata discarica a Valeggio sul Mincio,  in provincia di Verona, che come denuncia l’europarlamentare “andrebbe a situarsi in una zona a ridosso dell'ex discarica per RSU di Ca' Baldassare”. “Il progetto prevede l'ampliamento della cava dimessa di Cà Balestra, il cui fondo è inquinato da idrocarburi pesanti e non ancora ripristinata ad uso agricolo”, rileva Frigo nell’interrogazione.   Inoltre, fa sapere l’europarlamentare, “nel sottosuolo, formato prevalentemente da  alluvioni ghiaiose ad elevata permeabilità, è presente una consistente falda acquifera senza soluzione di continuità con le acque del Lago di Garda”. Una falda che “alimenta per uso potabile i pozzi delle provincie di Verona e Mantova”. “A questo si aggiungono le forti preoccupazioni da parte di cittadini che temono sia per le conseguenze sulla produzione agroalimentare locale, sia per la loro salute, dato il rischio che nel nuovo sito vengano conferiti rifiuti pericolosi” Ancora tra i rischi segnalati da Frigo, quello “di richiamare fauna selvatica pericolosa per gli aerei di passaggio”, vista “la vicinanza con l'aeroporto ‘Catullo’ di Verona”.  
Categorie: PD gruppi

CRIMINALITA’: EURODEPUTATI PD,“GOVERNO SI ATTIVI PER ATTUAZIONE TRATTATO PRÜM SU COORDINAMENTO UE”

PD eu - Mar, 18/06/2013 - 01:00

 

“Le indagini svolte sulla strage di Duisburg, dell'agosto del 2007, ci insegnano molto sulla cooperazione europea nella lotta alla criminalità organizzata”. Così gli europarlamentari del S&D Salvatore Caronna e Rita Borsellino, al termine dell’audizione dei magistrati e Jaeger in commissione CRIM al Parlamento europeo. “Ci insegnano ad esempio – aggiungono - che alcune norme di coordinamento delle indagini esistono e molti Paesi UE le applicano già, tranne l'Italia. E' il caso del Trattato di Prüm, che ha la finalità di aumentare le misure di coordinamento in materia di indagini giudiziarie e prevenzione dei reati, in particolare sullo scambio dati sul DNA dei condannati”. “Chiediamo quindi con forza che il Parlamento e governo italiani si attivino al più presto possibile per dare piena attuazione alle norme di questo Trattato, fondamentali per il progresso della lotta alla criminalità organizzata a livello a europeo”, concludono.
Categorie: PD gruppi

GRECIA: SASSOLI (PD), “GOVERNO ATENE RIACCENDA ERT”

PD eu - Mar, 18/06/2013 - 01:00

 

“E’ positivo che la Commissione europea abbia preso posizione sulla vicenda della chiusura della tv pubblica greca, invitando il governo di Atene a rispettare la sentenza del Consiglio di Stato, che ha bocciato la decisione. Così come è positivo che l’esecutivo Ue abbia chiarito come una simile richiesta non sia mai arrivata dall’Europa”. Lo dichiara il capogruppo del Pd al Parlamento europeo, David Sassoli, che oggi ha partecipato ad una conferenza stampa a Bruxelles ospitando una delegazione della stampa greca. A margine della conferenza stampa Franco Siddi, presidente della Fnsi, ha consegnato agli europarlamentari, tra cui Sassoli, le firme raccolte in Italia da Articolo 21 attraverso la piattaforma Change.org, contro la chiusura per decreto dell’emittente pubblica greca. “Quello alla libertà di informazione è un diritto fondamentale dell’Unione europea, per questo ci aspettiamo che la decisione definitiva del governo greco su Ert, attesa per domani, vada nella direzione del rispetto di un principio che per uno Stato membro dell’Ue non può ammette deroghe”.
 
Categorie: PD gruppi

TURCHIA: PITTELLA (PD), “GRAVISSIME PAROLE ERDOGAN, SEGNO INVOLUZIONE PROCESSO RIFORMISTA”

PD eu - Lun, 17/06/2013 - 01:00

 

“Le parole del premier Erdogan contro il Parlamento europeo e contro l’Europa sono gravissime e inaccettabili e testimoniano purtroppo di una involuzione del governo turco rispetto al processo di riforma”. Lo afferma il primo vicepresidente del Parlamento europeo, a proposito delle parole del premier turco Erdogan che ha detto di non riconoscere il Parlamento europeo. “E’ nel diritto e nel dovere del Parlamento europeo condannare gli atti di violenza e di violazione dei diritti delle popolazioni – continua Pittella -, così come in tantissime occasioni ha fatto in passato. A maggior ragione quando simili episodi riguardano un Paese che intrattiene con l’Europa relazioni importanti che hanno portato all’apertura dei negoziati per una piena adesione”. “A tale proposito, al netto delle gravissime responsabilità di Erdogan, dobbiamo anche interrogarci sul fatto che alcuni settori del mondo politico europeo non hanno in questi anni lavorato per accelerare il processo di adesione della Turchia alla Ue”. “Siamo certi che la grande maggioranza dei turchi condivide un forte spirito filo europeo – aggiunge -, e ribadiamo la ferma condanna per l’uso sproporzionato della forza da parte della polizia nei confronti dei manifestanti a Gezy Park”. “L’Europa non abbasserà la voce né si farà intimidire, e continuerà a stare al fianco di quanti si battono per i diritti umani e civili, in Turchia come nel resto del mondo”, conclude.
Categorie: PD gruppi

IRAN: PITTELLA (PD), “SVOLTA POSITIVA, UE AVVII SUBITO CONTATTI DIPLOMATICI”

PD eu - Dom, 16/06/2013 - 01:00

 

“La vittoria elettorale alle elezioni presidenziali in Iran che ha portato alla guida del Paese il riformista Hassan Rohani devono essere salutate come una svolta positiva nei rapporti internazionali”.
E' quanto afferma il vicepresidente vicario del Parlamento europeo Gianni Pittella.
“L'affermazione di Rohani - aggiunge Pittella - apre infatti  una fase completamente nuova nei rapporti fra la repubblica islamica dell'Iran con l'Europa e gli Stati Uniti: in particolare l'Unione Europea dovrà sapere mettere in campo da subito tutta la propria capacità negoziale, per favorire la ripresa di un dialogo con Teheran che allontani definitivamente i rischi per la pace nel mondo, a partire dalla revisione del programma nucleare che il presidente uscente Khathami aveva messo al centro della propria politica anti occidentale ed anti israeliana, con gravi rischi per la distensione”.
“L'Unione Europea nei suoi diversi ambiti istituzionali e soprattutto il Parlamento europeo  dovranno mostrare un'immediata capacità di cogliere il dato nuovo e positivo delle elezioni iraniane: per questo propongo che si avviino immediatamente contatti diplomatici al più alto livello che portino l'Europa ad avere un ruolo concreto che favorisca anche nuovi rapporti fra Teheran e Washington, perché è di comune interesse lo sviluppo futuro di relazioni basate sul dialogo, sul rifiuto della minaccia nucleare, sulla coesistenza pacifica e su una futura cooperazione anche economica con un Paese che riveste un'importanza strategica, in una delle zone più esposte al rischio di conflitti”, conclude. 
Categorie: PD gruppi

ACCORDO UE-USA: EURODEPUTATI PD, “GRANDE GIORNATA PER LA CULTURA EUROPEA”

PD eu - Sab, 15/06/2013 - 01:00

 

“E’ una grande giornata per la cultura europea. Con l’esclusione dei servizi culturali e audiovisivi dall'accordo commerciale con gli Stati Uniti da parte del Consiglio dei ministri del Commercio estero, vince la linea per cui ci siamo battuti al Parlamento europeo”. Lo dichiarano il capogruppo del Pd al Parlamento europeo, David Sassoli, e l’eurodeputata democratica membro a Bruxelles della commissione Cultura, Silvia Costa. “Riaffermare con forza l’eccezione culturale nei negoziati bilaterali, in particolare nei confronti di chi detiene l’industria più forte del mondo, è una vittoria dei creativi e degli operatori culturali e, soprattutto, è una vittoria che appartiene a tutti coloro che si sono battuti per questo esito, come la delegazione del Partito democratico a Bruxelles”. “Avremmo preferito che non risultasse una battaglia di un solo Paese, perché molti anche nel governo italiano si sono mostrati sensibili e attenti all'impatto che avrebbe avuto una decisione diversa. Ma è comunque importante che alla fine sia diventata una decisione europea”. 
 
Categorie: PD gruppi

SPRECO ALIMENTARE: CARONNA (PD), “2014 SARÀ ANNO EUROPEO CONTRO FOOD WASTE? COMMISSIONE CHIARISCA”

PD eu - Ven, 14/06/2013 - 01:00

“A gennaio del 2012 il Parlamento europeo a larghissima maggioranza ha approvato una risoluzione contro lo spreco alimentare che, tra le altre cose, indicava il 2014 come anno europeo contro il food waste. A tutt’oggi noi non sappiamo quali siano le decisioni della Commissione”.

 

E’ la preoccupazione espressa dall’europarlamentare del Pd, Salvatore Caronna, alla luce di indiscrezioni secondo le quali, come ha fatto intendere il commissario all’Ambiente Janez Potocnik, l’orientamento della Commissione sarebbe invece quello di dedicare il 2014 alla green economy.

 

“Per questa ragione – aggiunge Caronna - ho inviato un'interrogazione scritta alla Commissione,  dalla quale attendo una risposta in tempi rapidi. Credo che un grande tema come quello dello spreco alimentare, ossia un nuovo modello di sviluppo, non possa non trovare attenzione da parte della Commissione. Allo stesso modo, non può non trovare attenzione un atto del Parlamento europeo”.

 

 


Categorie: PD gruppi


 L'Italia di domani 

 le proposte del partito democratico 

L'indice delle pagine sul sito PD  -  Visualizza online la brochure

"L'Italia di domani" era anche il tema della Festa Democratica nazionale tenuta a Pesaro. Puoi rivedere l'intervento conclusivo di Bersani su Youdem.tv o leggere il testo integrale sul sito nazionale.

Condividi contenuti