Accesso utente

101 o quanti diavolo erano...

Sono passati tre mesi da quel 19 aprile 2013 che vide Prodi ottenere nel IV scrutinio per l'elezione del Presidente della Repubblica solo 395 voti rispetto ai 504 necessari per l'elezione. La questione sembra sepolta. Ne affiora al massimo qualche citazione, usata secondo la personale lettura degli eventi. Oppure ne resta solo il condensato politico nel quesito proposto da Bersani come tema congressuale, se noi si intenda fare un partito o organizzare uno spazio politico. Il problema è che al quesito una risposta è stata appunto data nelle urne, con le conseguenze istituzionali, lo schiaffo a Prodi, la deviazione di percorso con le dimissioni del Segretario nazionale. E la ferita, per qualsiasi nostro elettore, è aperta. Non ho molto da scrivere, ora. L'importante è l'allegato di questo articolo (versione 0.5), e ovviamente il lavoro di ricerca, che spero di poter continuare, anche con qualche aiuto che mi arriverà. Quando sarà terminato ci potrà essere un nuovo articolo.
 
Perché questa ricerca? Quando se ne era parlato con alcuni Segretari di Circolo, si era convenuto di dover abbracciare nella valutazione politica un arco più ampio, non solo i "101", e nemmeno solo la fase post voto. Va vista l'intera campagna partita dopo le primarie per il candidato premier. Non ho cambiato opinione. Ma qui c'è un buio specifico da illuminare. Parecchi sono gli elementi oggettivi incrociabili e l'operazione è aiutata dal fatto che al IV scrutinio tutto (praticamente tutto) il centro destra non ha votato. Sarei quasi sicuro che alcune illazioni e ricostruzioni fatte a caldo risulteranno non plausibili. Già questo sarebbe un risultato di chiarificazione. Ma non escluderei che si possa arrivare oltre. Man mano che si metterà luce nel buio è possibile che per qualche protagonista dell'attuale muro del silenzio risulti poi più conveniente esprimersi. In ogni caso, come in ogni buona ricerca, si lavorerà in primo luogo con dati oggettivi, e ogni successiva assunzione per lo sviluppo del ragionamento sarà sempre esplicita.
 
In questa operazione di avvicinamento alla verità vorrei solo sottolineare come sia necessaria una seria riflessione di tutti. E' chiaro che nella vicenda un numero grande di nostri parlamentari ha mostrato o inedeguatezza o intento netto per il risultato poi ottenuto. Ma ho detto riflessione di tutti, non solo dei gruppi dirigenti. Dico questo perché, almeno nel mio Circolo, quelli che che più vivacemnete hanno puntato il dito sul IV scrutinio sono anche quelli che nei 2-3 giorni precedenti più si erano dati da fare per bombardare i nostri parlamentari a sostegno di Rodotà. E a Rodotà appunto è andata la maggior parte dei voti mancati a Prodi. 
AttachmentSize
101_05.xls112.5 KB


 L'Italia di domani 

 le proposte del partito democratico 

L'indice delle pagine sul sito PD  -  Visualizza online la brochure

"L'Italia di domani" era anche il tema della Festa Democratica nazionale tenuta a Pesaro. Puoi rivedere l'intervento conclusivo di Bersani su Youdem.tv o leggere il testo integrale sul sito nazionale.