Accesso utente

Appunti su ipotesi di prodotti e servizi

Nella attuale forma, questa pagina proposta al momento della apertura del sito ha solo un valore esemplificativo e non esaustivo delle cose che potremmo fare. Poi idee, schede, progetti, prenderanno una forma strutturata come accennato nel testo sul metodo per la costruzione di contenuti e servizi. In attesa di quella evoluzione, in calce a questo testo sono aperti i commenti.


15 minuti per la politica
Questo prodotto (tendenzialmente giornaliero) consiste in una selezione ragionata e sintetica di riferimenti; corrisponde alla necessità di favorire la partecipazione di tanti, cioè delle persone normali che a fine giornata non hanno molto di più di 15 minuti da poter dedicare. Certo, una bella responsabilità selezionare redazionalmente; in seguito potremo vedere se ci saranno le condizioni per un meccanismo user driven... . Si assume che i riferimenti siano raccolti in ragione di altre attività e che il carico specifico consista unicamente nella selezione e nella formazione del pacchettino giornaliero, da rilasciare nel tardo pomeriggio.

Rassegna stampa
Si ripropone il modello di rassegna stampa sperimentato su bintronetta.it durante la fase costituente del PD. Il prodotto era in sostanza basato sulla rassegna della Camera dei deputati, e consisteva nella riproposizione del tabellone limitatamente alle categorie di attualità politica, evidenziando in esso pochissimi articoli, e accompagnandoli con due righe di motivazione-senso. Il punto di vista utilizzato per la selezione è quello che attraversa il documento di intenti di PD2. Occorre darsi una diversa organizzazione per coprire i festivi in cui non esiste la Rassegna Camera. In una fase successiva, quando vi sarà una utenza consolidata, il prodotto può essere utilizzato aprendo uno spazio commenti che viene chiuso alla pubblicazione della rassegna successiva, in modo da minimizzare trascinamenti e guadagnare il valore di ascolto sulla attualità.

Agenda (politica) integrata (multilayer)
Anche questo può essere un prodotto utile (che non mi pare esistere in rete). Al di là della fase di studio iniziale, lo vedo come un prodotto generato automaticamente. Il lavoro è quindi quello tecnico per la realizzazione della applicazione e quello di relazioni esterne attraverso le quali si va a cercare ed assicurare le fonti necessarie.

Ore 12
Le presenze in rete sono accentuate nella fase serale e intorno alla pausa pranzo. Dalla considerazione di questi tempi nasce l'idea di Ore12, cioè una segnalazione di mezza giornata. Una segnalazione-orientamento che copre dal momento della chiusura dei giornali a tutta la mattinata e che dà riferimenti per quanto atteso nel corso della giornata. Serve rifletterci in modo approfondito, probabilmente meriterebbe di recare segnalazioni non solo nel campo strettamente politico. Potrebbe starci perfino un suggerimento utile di una programmazione tv. Una notizia di quelle che non trovano spazio nei media. Dalle valutazioni specifiche deve in ogni caso derivare un posizionamento preciso, se cioè Ore12 possa essere un traino per PD2 o se viceversa è qualcosa che si riesce a realizzare solo dopo aver sviluppato un notevole potenziale, quindi qualcosa da posizionare parecchio in là...

Navigazione alternativa sito/i PD
Il sito nazionale del PD e molti di quelli regionali non godono di un grande giudizio. Nello stesso tempo va detto che questo giudizio porta poi a non vedere cose buone quando vengono fatte. Credo che con poche risorse umane e qualche aiutino tecnologico si possa attivare un monitoraggio dal quale ricavare alcuni prodotti utili. Ad esempio:
- navigazione rapida verso contenuti istituzionali
- segnalazione bugs
- contenuti rilevanti di valenza duratura
Sono comunque servizi che possono trarre grande beneficio dai ritorni d'utenza, se stimolati in quel senso (“Non ho trovato...”; “Suggerisco di includere nella navigazione alternativa...”; ecc.).
Con riferimento ai siti territoriali sarebbe già una cosa utile poter costruire una griglia che permetta ai singoli gestori di verificare la completezza della propria offerta informativa.

Mash-up automatico e mappa delle fonti
Qui stiamo parlando in primo luogo di una strumentazione redazionale da costruire. Tuttavia sono strumenti che possono avere un valore d'uso anche per utenti finali. Da approfondire.

Formazione politica
Non credo che possa essere una “parte” del sito PD2.it, mentre probabilmente molte parti avranno valenza formativa. E' importante costruire un rapporto con il responsabile nazionale formazione. “Memoria” come parte della formazione, “memorie” che negano la narrazione berlusconiana.

Biblioteca di governo
Metto sotto questo titolo tutti gli approfondimenti tematici e di settore. Qui dobbiamo stare ben attenti a conservare i valori di servizio e per molti aspetti la garanzia è data al procedimento di costruzione dei contenuti (trattato in separato documento). In generale va detto che un sistema basato su lavoro volontario non può pensare di svilupparsi secondo uno schema predefinito e dovrà invece usare la tassonomia per sistematizzare il mosaico che man mano andrà componendosi. Né si può pensare che per poter entrare in biblioteca un pezzo debba essere esaustivo del campo trattato. Ma sicuramente dovrà avere una serie di caratteristiche. Dovrà essere esplicito il taglio e la eventuale finalizzazione specifica, dovrà dare un quadro delle competenze-regolazioni in materia, dei soggetti operanti, principali link di riferimento, ecc. (sotto questo aspetto molto può insegnare wikipedia, anche nelle sue criticità). Di norma la costruzione di un book sarà frutto di un lavoro non individuale. Un innesco di valori può nascere dalla previsione obbligatoria della ricerca di un contatto con il responsabile del Forum nazionale di riferimento in Direzione PD. Oltre al valore specifico di miglioramento del book, da tali contatti può discendere un contributo concreto come sperimentazione di modelli di interazione, favorendo la realizzazione di quanto previsto dall'art.24 dello statuto per l'allargamento della partecipazione nella elaborazione delle politiche.

Dimensione istituzioni
Qui ovviamente non c'è nulla di originale da produrre. Tuttavia è proprio il terreno sul quale la spregiudicatezza berlusconiana è più devastante, dove fa tenerezza la difesa costituzionale quando parla ad una platea che al 95% non è in grado di elencarti gli organi costituzionali, dove si giocheranno a breve partite delicatissime a cominciare dalla legislazione elettorale. Quali sono i valori di servizio che possiamo introdurre? In primo luogo, modestamente ma utilmente, va creata una paginetta mettendo a portata di click le “regole della Repubblica”, non solo la Costituzione, non del solo livello nazionale; sezioni specifiche, ad es. legislazione elettorale, anche regionale; ma anche i dati elettorali; le fonti ufficiali di dati economici. In secondo luogo esporre per tutto ciò anche qualche strumento divulgativo, anche video. In terzo luogo mettere in piedi un gruppetto capace di offrire tempestivamente un commento informato ogni qual volta la questione delle regole irrompe nel quotidiano.

Rapporto eletti-elettori
Questo spunto è già trattato nella FAQ sull'iniziativa. Vale quanto detto là.

Dimensione partito
In un testo come questo, solo esemplificativo, possiamo raggruppare in questa voce cose molto diverse, anche queste peraltro già accennate in FAQ. Senza nascondersi elementi di delicatezza sui quali torneremo in altra sede, in questo versante si collocano applicazioni rivolte alla circolazione di esperienze positive tra Circoli, la modellizzazione dei Circoli nel disegno complessivo del Sistema informativo per la partecipazione, la sperimentazione di forme di interazione base-vertici-base, ecc. Ma ci stanno anche gli approfondimenti di questioni calde, ad esempio un contributo sulla annunciata revisione dello statuto.

Dimensione autonomie sociali
In una società che tende a bruciare (non solo nella comunicazione) ogni voce intermedia tra popolo e leader sento l'esigenza di fare invece ogni cosa possibile per dare visibilità ai tanti soggetti costitutivi della nostra democrazia, sindacati, associazioni culturali e del terzo settore, associazioni consumeristiche. Al momento non vedo servizi specifici da realizzare, ma la costruzione di una mappa dei rispettivi siti sarebbe intanto una prima cosa utile; anche perché quella mappa costituisce un pezzo fondamentale nel nostro sistema delle fonti e quindi uno strumento redazionale di cui dobbiamo dotarci.

Prodotti di controinformazione
Una delle discussioni più sterili, ma che spesso ricorre, è quella che pone come alternativa la valorizzazione delle nostre posizioni e la critica al fronte avverso. In tutta evidenza sono due facce della stessa medaglia. Il punto è sulla qualità degli strumenti che realizziamo e mettiamo a disposizione dei sostenitori che li utilizzeranno. Torneremo a parlarne e non ci mancherà la fantasia. Faccio un solo esempio sul versante economico, dove spesso la polemica quotidiana mette l'accento anche sulle decisioni di impianto che provocheranno conseguenze nel seguito. Ma a me piacerebbe vedere un quadro semplice delle scelte redistributive “per cassa”, cioè un quadro effettivo delle azioni del Governo, a chi (e quanto) ha dato, a chi (e quanto ha tolto), in modo diretto e indiretto.
.
Azioni in rete
Non è un compito di Pd2 fare “azioni di contesa in rete”. Ma indubbiamente il formarsi di un network umano affiatato e dotato di strumenti di orientamento in rete costituirà un potenziale utile per quelle azioni...


 L'Italia di domani 

 le proposte del partito democratico 

L'indice delle pagine sul sito PD  -  Visualizza online la brochure

"L'Italia di domani" era anche il tema della Festa Democratica nazionale tenuta a Pesaro. Puoi rivedere l'intervento conclusivo di Bersani su Youdem.tv o leggere il testo integrale sul sito nazionale.